twitterfacebookgoogle

Il bagnetto al gatto. È davvero necessario?

  • Posted On:
Il bagnetto al gatto. È davvero necessario?

Fare il bagno al gatto, sì o no? Decisamente no. Il gatto ha tutto ciò che gli serve per prendersi cura della propria pulizia. Se però per qualche motivo è davvero molto sporco o qualcosa gli è rimasto appiccicato nel pelo, possiamo seguire i consigli qui sotto per evitare al nostro amico a quattro zampe un’esperienza traumatica.

  1. Il momento perfetto. Prepariamo il bagnetto quando il gatto è tranquillo. Farlo stancare un po’ con qualche gioco lo renderà più docile.
  1. Un taglio alle unghie. Se si spaventa, il gatto potrebbe graffiare. Tagliare le unghie servirà a proteggerci da brutti graffi.
  1. Una bella spazzolata. Per sbarazzarci dei peli superflui e dello sporco nella peluria, diamo al nostro gatto una spazzolata. Questo è il momento giusto per coprire gentilmente le orecchie con del cotone, per evitare che vi entri dell’acqua.
  1. Stabilità. È importante che il gatto non scivoli. Poggiamo alla base della vasca da bagno un tappetino antiscivolo e riempiamo con poca acqua tiepida (mai acqua calda!).
  1. Basta l’acqua. Per lavare il gatto basta usare l’acqua (evitando accuratamente occhi, naso e orecchie).
  1. Lo shampoo. Massaggiamo il gatto con una soluzione composta da shampoo per gatti diluito con molta acqua. MAI usare lo shampoo per persone, il gatto ha un pH diverso da quello umano! Massaggiamo in direzione della crescita del pelo ed evitiamo accuratamente il faccino, specialmente occhi, orecchie e naso.
  1. Risciacquo. Risciacquiamo il gatto con delicatezza, assicurandoci che l’acqua sia tiepida, e finché tutto il prodotto utilizzato sia andato via.
  1. Per il faccino. Usiamo un panno umido per pulire il musetto del nostro gatto. Basta usare l’acqua, ma stiamo comunque molto attenti vicino a occhi e orecchie.
  1. Asciugatura. Ci siamo quasi! Una volta lavato, copriamo il gatto con un panno asciutto e pulito e asciughiamolo un po’. Possiamo provare con il phon a bassissima temperatura, ma se al gatto dà fastidio, lasciamolo asciugare in una stanza calda, senza correnti d’aria. Se il gatto ha un pelo molto lungo è consigliabile pettinarlo per evitare la formazione di nodi.
  1. Coccole! Diamo al nostro gatto una piccola ricompensa. Se dovesse aver bisogno di un altro bagno un giorno, sarà molto più facile.