twitterfacebookgoogle

Insonnia: 7 consigli per dormire meglio

  • Posted On:
Insonnia: 7 consigli per dormire meglio

Al giorno d’oggi è così facile avere difficoltà a dormire. Preoccupazioni sul lavoro, tensioni in famiglia, responsabilità inaspettate, problemi relazionali o problemi di salute, sono tutti fattori che influiscono sulla qualità della nostra vita e, di conseguenza, sul sonno. Alcuni di questi elementi sono fuori dal nostro controllo, ma possiamo adottare delle semplici strategie per riuscire a riposare meglio.

1. Rispettiamo gli orari

Andiamo a letto tutti i giorni alla stessa ora, anche nel week-end o durante le ferie. Questo permetterà al corpo di rafforzare il ciclo del sonno e ad autoregolarsi. Se non riusciamo ad addormentarci entro 15 minuti, però, alziamoci e facciamo qualcosa che ci rilassi. Torniamo a letto solo quando siamo stanchi.

2. Attenzione a quello che mangiamo e beviamo

L’ideale sarebbe andare a letto non affamati e non troppo sazi. La sensazione di pesantezza o di fame potrebbe rendere più difficile il sonno. Limitiamo il consumo di liquidi per evitare di doverci alzare nel cuore della notte.

Nicotina, caffeina e alcol sono da evitare. Per rallentare l’effetto stimolante di nicotina e caffeina ci vogliono ore! Per quanto riguarda l’alcol, potrebbe avere un effetto rilassante all’inizio, ma ha effetti negativi sulla qualità del sonno.

3. Creiamo un rituale prima di andare a dormire

Ripetiamo gli stessi rituali ogni sera, ci aiuteranno a rilassarci. Facciamo un bagno caldo, per esempio, oppure leggiamo, ascoltiamo musica tranquilla, preferibilmente tenendo le luci basse. Attenzione a televisione ed altri dispositivi elettronici prima di andare a letto, sembra che possano interferire con la qualità del sonno.

4. Mettiamoci comodi

Facciamo della nostra camera da letto il posto ideale per dormire: un ambiente fresco, buio e silenzioso. Possiamo provare mascherine per gli occhi, tappi per le orecchie, ventilatori e qualsiasi altro accorgimento per migliorare il nostro ambiente.

Se facciamo i turni di notte, assicuriamoci di avere la camera buia anche durante il giorno, la luce solare influenza il corpo.

Spesso dimentichiamo che anche materassi e cuscini hanno contribuiscono a rendere il sonno più o meno piacevole. Scegliamo modelli che siano confortevoli e adatti a noi. Se condividiamo il letto, assicuriamoci che ci sia abbastanza spazio per due. Se abbiamo figli o animali, fissiamo delle regole sulle volte che si dorme insieme o insistiamo sul dormire in stanze separate.

5. Limitiamo i riposini

Se facciamo un lungo riposino durante il giorno, potrebbe essere più difficile dormire bene la notte, soprattutto se stiamo combattendo contro insonnia o scarsa qualità del sonno. Una breve siesta dopo pranzo fa bene, ma limitiamo a un massimo di 30 minuti.

6. Più attività fisica

L’attività fisica regolare è molto importante per regolarizzare il sonno, addormentarsi prima e in modo più profondo. Gli orari sono importanti però. Se ci alleniamo di sera, potremmo sentirci ancora troppo energici per andare a dormire. Se ci accorgiamo che è un problema, alleniamoci prima.

7. Meno stress

Quando abbiamo tante cose da fare e continuiamo a pensarci, la qualità del (poco) sonno che riusciamo ad avere non sarà il massimo. Per rilassarci, pensiamo a come gestire lo stress in modo sano. Organizziamoci. Fissiamo scadenze, deleghiamo alcuni compiti, concediamoci il lusso di una pausa, facciamoci due risate con gli amici. Prima di andare a letto, mettiamo in disparte le preoccupazioni, così come lasciamo gli occhiali o l’orologio sul comodino. Ci penseremo domani.

Quando è il caso di rivolgersi al medico

Capita a tutti di avere una notte agitata, ma se abbiamo costantemente problemi ad addormentarci, rivolgiamoci al nostro medico di fiducia. Identificare e contrastare le cause alla base di questo problema ci aiuterà a dormire meglio.